Salta al contenuto

Autentica di firma

L'autenticazione di firma consiste nell'attestazione da parte del funzionario incaricato dal Sindaco, che la firma è stata apposta in sua presenza dall'interessato, previa sua identificazione.

L'ufficiale dell'Anagrafe, salvo casi speciali previsti dalla normativa, è competente ad autenticare unicamente sottoscrizioni contenute in istanze o in dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà.
Il testo del documento non può quindi contenere dichiarazioni aventi valore negoziale (es. manifestazioni di intenti, accettazioni di volontà, rinunce, contratti, scritture private ecc. ) né concretizzare una delega o procura.

Gli atti o documenti sui quali si chiede l'autenticazione (comprese le pensioni estere) devono essere in lingua italiana; nel caso siano redatti in lingua straniera, non è possibile effettuare l'autenticazione se il testo non è scritto anche in lingua italiana.

Le dichiarazioni sostitutive di atto di notorietà e le istanze da produrre a pubbliche amministrazioni e a gestori di pubblici servizi non prevedono l'autenticazione della sottoscrizione.

Per l'autentica della firma il sottoscrittore deve presentarsi munito di un documento di identità.

Accedere al servizio

Come si fa

Quali sono i vincoli per l’accesso al servizio?

  • essere maggiorenni;
  • per i minorenni, la firma deve essere apposta da chi esercita la potestà o dal tutore;
  • per gli interdetti, la firma deve essere apposta dal tutore;
  • per chi non sa o non può firmare, il pubblico ufficiale ne dà atto previo accertamento dell’identità del dichiarante.

Costi e vincoli

Costi

L'autenticazione è soggetta all'imposta di bollo di Euro 16,00, salvo i casi di esenzione previsti dalla normativa.

Tempi e scadenze

Il servizio è immediato.

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

12-04-2022 16:04

Questa pagina ti è stata utile?