Moduli CILA

In Gazzetta Ufficiale la legge 73/2010 che converte il decreto-legge 40/2010, riformando la disciplina dell’attività edilizia libera (art. 6 Testo unico edilizia). E’ stato pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 120 del 25 maggio 2010 la legge 22 maggio 2010 n. 73, la quale converte (con modificazioni) il decreto legge 25 marzo 2010 n. 40 (cd. decreto incentivi). L’articolo 5 del decreto-legge, (che riformava l’articolo 6 del Testo unico dell’edilizia - DPR 380/2001), dedicato alla “Attività edilizia libera”, è stato ulteriormente riformato dalla legge di conversione: si è giunti così ad una nuova e “definitiva” disciplina dell’attività edilizia libera, nell’ambito del Testo unico dell’Edilizia. Le nuove disposizioni dell’articolo 6 del Testo unico, ora vigenti, distinguono in particolare dieci tipologie di interventi edilizi, sottratte al normale regime dei titoli abilitativi edilizi. Di queste dieci tipologie di interventi, cinque sono esentate da ogni adempimento formale (fatte salve le normative di settore e le prescrizioni degli strumenti urbanistici comunali), quattro sono soggette ad una previa comunicazione al Comune dell’inizio dei lavori, a cura del proprietario dell’immobile (o di altro soggetto avente titolo), ed un’ultima tipologia di interventi (rientranti nell’ambito della manutenzione straordinaria) è soggetta sia alla comunicazione al Comune che alla presentazione di una relazione firmata da un tecnico abilitato. Per discutere delle novità della disciplina si è svolto ieri, nell’Auditorium della Regione, un convegno organizzato dal nostro Servizio, al quale hanno partecipato circa trecento persone, tra tecnici dei Comuni della Regione, tecnici professionisti privati ed altri interessati (nella foto un’immagine del convegno). Per approfondimenti, alleghiamo il testo dell’articolo 5 del decreto-legge 40/2010 coordinato con le modifiche apportate dalla Legge 73/2010, insieme ai lucidi illustrativi che sono stati proposti nel corso del convegno di ieri e ai modelli delle comunicazioni di inizio lavori e della asseverazione firmata da tecnico abilitato.

Al seguente link i moduli operativi nella Regione Emilia Romagna:
http://territorio.regione.emilia-romagna.it/codice-territorio/semplificazione-edilizia/modulistica-unificata-regionale

 
 
Costi:
€ 68,00 - Diritti di Segretria; 
 

 
Modalità di pagamento:
Servizio Bancomat: presso l’Ufficio Edilizia Privata nei seguenti giorni giovedì e sabato dalle 10.00 alle 13.00
Tesoreria del Comune: presso Banca Popolare di Verona IBAN: IT 05 F 0503466490 00000000 2222.



Ultimo aggiornamento: 01/02/19