LA COMPAGNIA DELL'ISTRICE DI S.MARINO VINCE IL CALICE D'ORO

SAN POLO.  Rievocandum 2018,  la 28esima edizione è stata un vero successo con migliaia di persone che si sono immerse nella storia a San Polo.

Organizzata dalla Contrada della Corte di San Polo in collaborazione con il Comune, alla manifestazione hanno partecipato dieci gruppi d’arme in costume, centinaia di rievocatori che hanno ricreato il XVI secolo con tanto divertimento per tutti.

Un susseguirsi di esibizioni spettacolari della Contrada della Corte,dei  Kroonos di Perugia con funamboli e trampolieri, combattimenti,  e spettacoli di fuoco e la “Cinquecentesca”, rievocazione storica del 1557 della battaglia tra i Farnese e gli Estensi.

Fra loro tanti i giovani e anche molti spettatori erano in costume d’epoca. Sabato l’arena in piazza straripava di gente entusiasta. Grande partecipazione per il tiro alla fune a quattro con la sfida tra San Polo, Quattro Castella, Ghiardo e Scandiano, vinta proprio da Scandiano dopo una rimonta sorprendente, con il contributo dei fratelli scandianesi Marco e Mirco Maletti.

Tanti applausi per l’esibizione in anteprima del Secundum Requiem, il nuovo spettacolo della Contrada della Corte, che ha suscitato ammirazione per la bravura dei giovani sbandieratori. Bravissimi i musicisti dei Reliquie Band, gruppo tedesco della Bassa Sassonia che ha tenuto concerto di musica rock medievale.

Atmosfera medievale in chiesa con il concerto dell’associazione Loeffelstielzchen di Bretten, tutti musicisti molto giovani, diretti da Bernardo Wender, con la soprano Iana Treffinger e il tenore Falco Feierabend. Loeffelstielzchen è gemellata con la Contrada della Corte da ben 28 anni, festeggiati giovedì sera.  Tanti “nobili” alla cena rinascimentale con tredici portate cucinate dal cuoco Carlo Ratti con il figlio Andrea della Compagnia del Nibbio di Como, vincitori di vari premi nelle gare di cucina storica.  A presiedere la cena c’era anche il “duca”, Lorenzo Campani, il Quasimodo della celebre opera Notre Dame de Paris.

Domenica si è svolta la prima edizione della Cinquecentesca Convivium 1524, dove le varie compagnie hanno presentato piatti di ricette antiche: il calice d’oro lo ha vinto la Compagnia dell’Istrice di S.Marino con un piatto a base di pollo, uova sode ripiene e un dolce pan di zucchero a forma di torre antica. Secondo il Laboratorio rinascimentale di Finale Emilia, e terza la Compagnia Scannagallo di Foiano della Chiana di Arezzo.

“Questa prima edizione per noi è stata entusiasmante – ha detto Mirca Carletti, sindaca di San Polo – Grazie alla Contrada della Corte, ai tanti volontari per queste splendide giornate”.

Enrico Pederini, direttore artistico della manifestazione, ha ringraziato a sua volta sindaca e assessori e tutto il paese per il sostegno e la collaborazione ed ha annunciato che la festa verrà ripetuta a San Polo anche il prossimo anno.


Nella foto: La Compagnia dell'Istrice di San Marino vincitrice della prima edizione della Cinqucentesca Convivium 1524 riceve il calice d'oro in piazza Matteotti a San Polo.

 
 
Daniela Salati
Ufficio Stampa Comune San Polo
danielas@comune.sanpolodenza.re.it
 328 750 80 70
 


Ultimo aggiornamento: 14/05/18