IN VAL D'ENZA RIPARTE IL TEATRO CIVILE

VII edizione, dal 2 Settembre, nella ritrovata corte del Circolo ARCI Pontenovo. Si inizia con “Le fondamenta dell’impero” di Quinta Parete.


Un segnale importante per il teatro in terra reggiana: il festival Teatro civile in val d'Enza, dopo un anno di pausa, ritorna quest'anno per la sua settima edizione.
Nuovo il periodo, Settembre (con una “coda” a Novembre), nuova la location: la splendida e recuperata corte interna del Circolo ARCI Pontenovo a San Polo d'Enza, in Via Pontenovo, 1.
Edizione breve, quella del 2012, ma come ogni anno ricca di qualità e di proposte in esclusiva per il festival. Sempre con un faro conduttore: l'impegno civile, la riflessione sui temi più scottanti del momento. E cosa di più scottante della crisi, economica, sociale e morale che attanaglia la nostra società in questo inizio di terzo millennio?

Ecco quindi che si inizia, Domenica 2 Settembre alle ore 21, nella Corte interna del Circolo ARCI Pontenovo di San Polo d'Enza, con Le fondamenta dell'Impero, spettacolo di grande successo della compagnia reggiana Quinta Parete. “Monologo inservibile a un attimo dal crollo”, come lo definiscono gli autori, è una riflessione, ironica, divertente e amara insieme, che mette in crisi le fondamenta della nostra esistenza quotidiana: il lavoro che si mangia la vita, il successo, l'ansia di arrivare, l'egoismo sociale che calpesta tutto e tutti.
“La borghesia reduce dalle ceneri dell’11 settembre si trova a dover considerare elementi inaspettati e imprevedibili: l’allargamento del mercato a livello globale, le nuove potenze asiatiche e gli scontri con l’oriente, l’accelerato sviluppo della tecnologia, il fenomeno terrorismo, la scarsità di risorse disponibili. Ecco quindi una nuova Storia che nasce: e quando così accade, diventa possibile raccontare quella appena conclusa.”
In scena Enrico Lombardi, la regia è di Fadia Bassmaj.

Prossimo appuntamento, Sabato 15 Settembre, sempre  alle ore 21, nella Corte interna del Circolo ARCI Pontenovo di San Polo d'Enza, con un lavoro in esclusiva per il festival, una prima assoluta che vede protagonista Pierluigi Tedeschi nella messa in scena, per la regia di Cinzia Pietribiasi, di un testo “simbolo” di questi anni: Indignatevi!, caso letterario del 93enne francese Stephane Héssel, bibbia dei movimenti di protesta che in questi anni cercano di oppore “un altro mondo possibile” allo strapotere della finanza.

Il Festival è ideato e organizzato dal Circolo Arci Indiosmundo e dal Circolo ARCI Pontenovo, con il patrocinio del Comune di San Polo d'Enza, ed in collaborazione con SPI-CGIL di San Polo d’Enza e Infoshop Sante Vincenzi di Reggio Emilia.

Teatro Civile in val d'Enza è parte della rete di collaborazione fra i soggetti che, a Reggio Emilia, operano nel settore del teatro di impegno civile. In particolare, si giova della attiva e proficua collaborazione con il festival “Status Quo”, e con il “festival di Resistenza” del museo Cervi.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito (...offerta libera all'uscita).

In caso di maltempo, gli spettacoli di Settembre si terranno presso la Sala Polivalente di Pontenovo, a San Polo d'Enza.

Info: arcipontenovo@gmail.com
        http://www.facebook.com/CircoloPontenovo
        http://www.indiosmundo.reggio-emilia.it


Calendario

Domenica 2 Settembre, Corte Interna del Circolo ARCI Pontenovo, San Polo d'Enza
ore 21
Quinta Parete
LE FONDAMENTA DELL'IMPERO
con Enrico Lombardi
regia di Fadia Bassmaj

Sabato 15 Settembre, Corte Interna del Circolo ARCI Pontenovo, San Polo d'Enza
ore 21
Pierluigi Tedeschi – Cinzia Pietribiasi
INDIGNATEVI!
lettura scenica da Stephane Héssel
Un evento in esclusiva per il festival, in prima assoluta

Ultima settimana di Novembre, luogo e data da definire
Stefano Giaccone – Airportman
MODERN
il corpo della musica e della voce
Anteprima italiana
 




Ultimo aggiornamento: 29/08/12