IL FESTIVAL ROCCHI INSERITO TRA GLI EVENTI DI PARMA CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA 2020

SAN POLO. Anche la 12esima edizione del Festival  Sesto Rocchi  ha ottenuto un grande successo. La formula ideata nel 2008 da Franco Prodi e da Antonello Farulli, rispettivamente presidente e direttore artistico del festival , con il sostegno del Comune di San Polo, si è rivelata vincente.
 Sei concerti serali in chiesa, sei concerti aperitivo nel centro del paese, la grande maratona finale degli allievi,  le prove nei vari luoghi messi a disposizione dal Comune con la musica che ogni giorno accompagnava la vita quotidiana.

Molto gradito il laboratorio per la costruzione degli strumenti tenuto da Rita Urbani e Antonello Farulli con il coordinamento di Edmondo Grasselli, laboratorio  che ha entusiasmato i bambini e le bambine di San Polo e Canossa del campo estivo “Estate a Palla” che sono diventati anche piccoli musicisti nel concerto “La sinfonia dei giocattoli” di Leopold Mozart diretto da Tiziano Mealli, a Villa Triglia.

Ogni anno il festival attira  allievi che provengono dall’Italia e dagli Usa per le lezioni di docenti prestigiosi come Yibin Li, Stefano Farulli, Christophe Giovaninetti, Tiziano Mealli, Andrea Nannoni, Andrea Repetto, Manuel Zigante e Antonello Farulli.

Ben 42 gli studenti e fra loro c’è chi ha 13 anni come Liza Loube  (Usa), oppure 80 anni, come Irlanda Gallone (Parma).

 “Irlanda e Liza rappresentano un arco culturale e di interessi per un certo tipo di musica,  condivisioni di valori e di stare insieme grazie alla musica – ha detto Antonello Farulli – “Circolarità di valori in cui ciascuno di noi riceve e dà qualcosa e San Polo in questi anni è stato tutto questo, qui  sono cresciuti molti ragazzi che hanno legato S.Polo ad una serie di suggestioni che non dimenticheranno e qui sono passati giovani che poi sono diventati quartetti famosi”.

Il sindaco di San Polo, Franco Palù, ha annunciato l’inserimento del Festival tra gli eventi di Parma capitale italiana della cultura 2020:

” Questo è il secondo festival per la mia amministrazione, ricordo che in un incontro preliminare l’anno scorso, pieni di proponimenti positivi ci dicemmo con il maestro Farulli e il prof. Prodi di provare ad inserire il festival nelle manifestazioni previste per Parma 2020 capitale italiana della cultura”. Non avevo molta speranza  essendo San Polo oltr’Enza, invece il festival, per il suo valore oggettivo, è stato inserito negli eventi e ho accolto la notizia con commozione.  Per un amante della musica come me è una vera gioia sapere di aver contribuito almeno un po’ a questo riconoscimento che è si per il festival ma anche per il nostro paese un regalo un vanto di cui andare fieri”.

“Ringrazio Laura Rocchi e Franco Prodi, i docenti,  gli sponsor Reggiana Riduttori, la Fonderia Fail, Tipolito Bolondi, la storica casa musicale Del Rio per i pianoforti, Nubila sas e la parrocchia di San Polo.

“Ma soprattutto, ringrazio la nostra meglio gioventù, i ragazzi che hanno partecipato alle master class ed ai concerti, vi aspettiamo tutti l'anno prossimo per la tredicesima edizione”.


nella foto: gli allievi delle master class con i docenti e il sindaco di San Polo, Franco Palù.


 
 
Daniela Salati
Ufficio Stampa Comune San Polo
danielas@comune.sanpolodenza.re.it
328 750 80 70
 
 


Ultimo aggiornamento: 03/08/19