CORONAVIRUS - AGGIORNAMENTI

NUOVO NUMERO DEDICATO ALL'EMERGENZA COVID 19

Il call center dell’ Azienda Usl - Irccs di Reggio Emilia dedicato all’emergenza pandemica cambia numero di telefono.

 Da lunedì 1 febbraio 2021 non sarà più 0522 339000, ma 0522 338700.

Il Servizio, di recente ulteriormente potenziato, è attivo con orario continuato, dalle ore 8.30 alle ore 18, dal lunedì al sabato. I cittadini potranno seguitare a chiamare per tutte le domande riguardanti isolamento, quarantena, tracciamento dei contatti, vaccinazioni.


MODELLO AUTOCERTIFICAZIONE PER GLI SPOSTAMENTI

COMPORTAMENTI DA SEGUIRE

GUARDA LA RACCOLTA DEGLI ATTI RECANTI MISURE UGENTI IN MATERIA DI CONTENIMENTO E GESTIONE DELL'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID -19 IN GAZZETTA UFFICIALE

Link al sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri
http://www.governo.it/it/approfondimento/coronavirus/13968

Link al sito web del MINISTERO DELLA SALUTE:
http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/homeNuovoCoronavirus.jsp

Link al sito web dell' ISTITUTO SUPERIORE DELLA SANITA':
https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/

Link al sito della Regione Emilia Romagna
https://www.regione.emilia-romagna.it/


AGGIORNAMENTO AL 26/04/2021
Da lunedì 26/04/2021 l'Emilia Romagna sarà in zona gialla
Le nuove regole previste dal Decreto Riaperture:

SPOSTAMENTI

- dalle 5 alle 22 sono consentiti gli spostamenti tra regioni e comuni gialli.
- è possibile, una volta al giorno tra le 5 e le 22, far visita a parenti o amici in massimo 4 persone oltre minorenni, disabili o non autosufficienti conviventi.
- dalle 22 alle 5 sono consentiti solo gli spostamenti per motivi di lavoro, salute, o necessità.
- gli spostamenti da e per regioni arancioni e rosse sono possibili per motivi di lavoro, salute, necessità, rientro presso residenza, domicilio o abitazione.
 -Potranno spostarsi verso le regioni rosse o arancioni anche i possessori della #CERTIFICAZIONEVERDE, ossia del #pass che si ottiene con:
• vaccino completato (valida 6 mesi dalla fine del ciclo vaccinale);
• guarigione da covid-19 (valida 6 mesi dalla guarigione);
• tampone molecolare o test rapido negativo (valida 48 ore dall'esito).

SCUOLA E UNIVERSITÀ

• scuole e nidi d'infanzia, scuole elementari e medie svolgono l'attività didattica in presenza al 100%.
• le scuole superiori garantiscono l'attività in presenza tra il 70% e il 100%.
• le università svolgono l'attività prioritariamente in presenza.

 RISTORAZIONE

- ristoranti e bar sono aperti a pranzo e a cena con servizio solo al tavolo (massimo 4 persone non conviventi), esclusivamente all'aperto.
- Dal 1° giugno sarà possibile, dalle 5 alle 18, il servizio al tavolo anche all'interno.

  CULTURA

- riaprono al pubblico cinema, teatri, sale da concerto e live club con posti a sedere preassegnati e a distanza di almeno 1 metro.
     - La capienza delle sale è al 50% e comunque non superiore a 500 spettatori al chiuso e 1.000 all'aperto.
- riaprono anche musei, biblioteche e archivi.


    ATTIVITÀ COMMERCIALI

 - Nei giorni feriali tutti i negozi sono aperti.
  Nei festivi e prefestivi chiudono i negozi nei centri commerciali, ad eccezione di farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, negozi di alimentari e prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie.

 SPORT

- sono consentiti tutti gli sport all'aperto, anche di contatto. è possibile svolgere sport all'aperto in centri e circoli sportivi, senza l'uso degli spogliatoi.
    - dal 15 maggio riaprono le piscine all'aperto.
    - dal 1° giugno riprende l'attività delle palestre.


REGOLE DI PREVENZIONE SEMPRE VALIDE
• indossa correttamente la mascherina
• mantieni la distanza di almeno un metro dalle altre persone
• lava o igienizza spesso le mani


 Il Decreto Riaperture prevede ulteriori tappe:
- Dal 15 giugno riaprono le fiere.
- Dal 1° luglio:
 riprendono convegni e congressi;
 sono consentite le attività nei centri termali;
 riaprono parchi tematici e di divertimento.

 Qui le FAQ della Regione: www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus
--------------------------------------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO AL 12/04/2021

Da lunedì 12/04/2021 l'Emilia Romagna sarà in zona arancione

Queste le novità che l'allentamento delle misure per il contenimento dell'epidemia concede:

SCUOLA

- Rientrano in presenza al 100% le classi seconde e terze medie, come già lo erano dal 7 aprile, le scuole dell'infanzia (nidi e materne), elementari e prima media.
- Gli studenti delle scuole superiori tornano alla didattica in presenza al 50%.

SPOSTAMENTI

- Dalle 5 alle 22 sono consentiti gli spostamenti solo all'interno del proprio Comune.
- È possibile fare visita a parenti o amici, una volta al giorno (solo all'interno dello stesso Comune), al massimo in 2 persone oltre ad under 14 e disabili non autosufficienti.
- Dalle 22 alle 5 sono consentiti gli spostamenti solo per motivi di lavoro, salute o necessità.
- Sono sempre vietati gli spostamenti verso altri Comuni e altre Regioni, salvo quelli per motivi di lavoro, salute e necessità.

RISTORAZIONE

 - Ristoranti, gelaterie, pasticcerie, ecc. sono aperti esclusivamente per la vendita da asporto, consentita dalle 5 alle 22.
 - Bar e altri servizi simili senza cucina (ATECO 56.3) e negozi di bevande (ATECO 47.25), sono aperti esclusivamente per la vendita da asporto, consentita dalle 5 alle 18.
 È sempre consentita la consegna a domicilio, senza limite di orario.

ATTIVITÀ COMMERCIALI E SERVIZI ALLA PERSONA

- Riaprono negozi e attività commerciali
- Riaprono i servizi alla persona: parrucchieri, barbieri ed estetiste
- Il mercato del giovedì si svolgerà regolarmente, senza nessuna limitazione merceologica
- Chiusi i centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi, con l'eccezione di farmacie, parafarmacie, edicole e librerie, tabaccherie e punti di vendita alimentari

CULTURA

- Restano aperti archivi e biblioteche, dove l'accesso può avvenire con prenotazione
- Sono sospese le mostre.
- Chiudono al pubblico musei, biblioteche, archivi, complessi monumentali e aree e parchi archeologici.

ATTIVITA' SPORTIVE

- Consentita l'attività sportiva di base in forma individuale e attività motoria in centri e circoli sportivi, pubblici e privati ma solo all'aperto, nel rispetto delle distanze e senza assembramenti.
- E' consentito il transito fuori dal proprio comune per attività tipo ciclismo, corsa,, podismo ma senza effettuare soste e con il rientro presso il proprio comune di residenza o domicilio.
- Sospesa l'attività dilettantistica
- Vietato l'uso degli spogliatoi
- Restano chiuse palestre, piscine, centri natatori, centri termali e centri benessere

 Qui le FAQ della Regione: www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus.


----------------------------------------------------------------------------------------------
AGGIORNAMENTO AL 15/03/2021

DA LUNEDÌ 15/03/2021 TUTTA L'EMILIA ROMAGNA SARÀ IN ZONA ROSSA

Con la firma dell’ordinanza da parte del ministro della Salute, da lunedì 15 marzo la provincia di Reggio e l’intera Regione Emilia-Romagna passeranno in zona rossa.

Ecco una sintesi delle nuove regole: 

ATTIVITÀ COMMERCIALI E SERVIZI ALLA PERSONA

- Restano aperte farmacie, parafarmacie, punti vendita di generi alimentari, tabacchi, edicole.
 - Chiusi tutti i negozi, ad eccezione di quelli che vendono generi alimentari e beni di prima necessità compresi in questo elenco: https://bit.ly/3bIlqxV
 - Nei giorni festivi e prefestivi chiudono i negozi all'interno di centri e gallerie commerciali, ad eccezione di: farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, lavanderie e tintorie, punti vendita di generi alimentari e prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie.
- Sono sospesi tutti i servizi alla persona (compresi parrucchieri ed estetisti) ad eccezione di lavanderie e servizi di pompe funebri.

SCUOLE E UNIVERSITÀ

- Sospesa l'attività in presenza per Scuole e Nidi d'infanzia.
- Scuole primarie, medie, superiori e università svolgono l'attività didattica solo a distanza.
- Resta sempre garantita l'attività in presenza per l'uso dei laboratori e per alunni con disabilità o bisogni speciali.

 SPOSTAMENTI

- Sono vietati gli spostamenti tra Comuni e all'interno dello stesso Comune, ad eccezione degli spostamenti per lavoro, salute e necessità.
- Sono vietati gli spostamenti verso abitazioni private (visite ad amici e parenti).
- Sono sempre vietati gli spostamenti verso altre Regioni, salvo quelli per motivi di lavoro, salute e necessità.
- Sono vietati anche gli spostamenti dai Comuni con meno di 5.000 abitanti.
- Dalle 22 alle 5 sono consentiti gli spostamenti solo per motivi di lavoro, salute o necessità.

 ATTIVITÀ SPORTIVA

- È possibile fare attività motoria individuale (mantenendo almeno 1 metro di distanza e con mascherina) in prossimità dell'abitazione.
- È possibile fare attività sportiva individuale all'aperto (mantenendo almeno 2 metri di distanza) all'interno del proprio Comune (ad eccezione degli sport che comportino uno spostamento - come corsa o bicicletta - purché tale spostamento resti funzionale unicamente all’attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il Comune di partenza).
- È sospesa l'attività motoria e sportiva di base in centri e circoli sportivi.
- Restano chiuse palestre, piscine, centri benessere e centri termali.

 RISTORAZIONE

- Ristoranti, gelaterie, pasticcerie, ecc. sono aperti esclusivamente per la vendita da asporto, consentita dalle 5 alle 22.
- Nei bar e altri servizi simili senza cucina (ATECO 56.3), l'asporto è consentito fino alle 18. È sempre consentita la consegna a domicilio, senza limite di orario.

 ATTIVITÀ CULTURALI

- Sono sospese le mostre.
- Sono chiusi al pubblico i musei e tutti gli altri istituti e luoghi della cultura.
- Le biblioteche restano aperte solo per restituzioni e ritiro di materiale prenotato.

Per ogni dubbio, è possibile consultare le domande frequenti (FAQ) sul sito del Governo: http://bit.ly/3bH2tLO















 


Ultimo aggiornamento: 26/04/21