CORONAVIRUS - AGGIORNAMENTI

UFFICI COMUNALI APERTI SU APPUNTAMENTO

Si comunica che da lunedì 9 marzo 2020, a seguito delle disposizioni contenute nel decreto della presidenza del consiglio dei ministri del 01/03/2020 per contenere il contagio da coronavirus (covid-19), al fine di tutelare la salute pubblica, l'accesso a tutti gli uffici comunali sarà consentito solo su appuntamento, previa telefonata al numero di riferimento:
• CENTRALINO (0522/241711)
• PROTOCOLLO (0522/2417465)
• ANAGRAFE E STATO CIVILE (0522/241756-757)
• UFFICIO SCUOLA (0522/241755)
• SPORTELLO SOCIALE martedì, giovedì e sabato dalle 9 alle 13 su appuntamento Rossella 339 / 7754800 - Marco 339 / 7758444 per emergenze 339/720461839/7204618 339/7204618339/7204618
• EDILIZIA PRIVATA (0522/241725)
• PATRIMONIO E AMBIENTE (0522/241770-724)
• UFFICIO COMMERCIO (0522/241723)
• UFFICIO TRIBUTI (0522/241736)
• PERMESSI INVALIDI, ANAGRAFE CANINA, DICHIARAZIONE OSPITALITA' (0522/241750)


MODELLO AUTOCERTIFICAZIONE AGGIORNATO AL 04 MAGGIO

COMPORTAMENTI DA SEGUIRE

GUARDA LA RACCOLTA DEGLI ATTI RECANTI MISURE UGENTI IN MATERIA DI CONTENIMENTO E GESTIONE DELL'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID -19 IN GAZZETTA UFFICIALE

Link al sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri
http://www.governo.it/it/approfondimento/coronavirus/13968

Link al sito web del MINISTERO DELLA SALUTE:
http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/homeNuovoCoronavirus.jsp

Link al sito web dell' ISTITUTO SUPERIORE DELLA SANITA':
https://www.epicentro.iss.it/coronavirus/

Link al sito della Regione Emilia Romagna
https://www.regione.emilia-romagna.it/

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
AGGIORNAMENTO DEL 15/06/2020


In data 11/06/2020,il Presidente del Consiglio ha firmato un nuovo DPCM che sarà valido a partire dal  15/06/2020 fino al l 14 luglio 2020.
Questa una sintesi dei contenuti :
  • l'accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai giardini pubblici è condizionato al rigoroso rispetto del divieto di assembramento nonché della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro;
  • consentito l'accesso di bambini e ragazzi a luoghi destinati allo svolgimento di attività ludiche, ricreative ed educative nel rispetto delle linee guida;
  • consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all'aperto nel rispetto della distanza di sicurezza;
  • consentite dal 12 giugno gli eventi e le competizioni sportive riconosciute di interesse nazionale dal CONI;
  • consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, l’attività sportiva di base e l’attività motoria presso palestre, piscine, centri e circoli sportivi, pubblici e privati;
  • consentito lo svolgimento anche degli sport di contatto dal 25 giugno 2020 nel rispetto delle linee guida;
  • consentito lo svolgimento delle manifestazioni pubbliche soltanto in forma statica, nel rispetto delle distanze sociali e delle altre misure di contenimento;
  • consentite le attività di sale giochi, sale scommesse e sale bingo nel rispetto delle linee guida regionali;
  • gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all'aperto sono svolti con posti a sedere preassegnati e distanziati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi, con il numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all'aperto e di 200 spettatori per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala, nel rispetto delle linee guida;
  • l'accesso ai luoghi di culto avviene con misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, le funzioni religiose con la partecipazione di persone si svolgono nel rispetto dei protocolli con le rispettive confessioni;
  • il servizio di apertura al pubblico dei musei è assicurato a condizione che garantiscano fruizione contingentata tale da evitare assembramenti e da consentire che i visitatori possano rispettare la distanza tra loro di almeno un metro;
  • le attività di centri benessere, di centri termali sono consentite nel rispetto delle linee guida;
  • è fatto divieto agli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti emergenze e accettazione e dei prontosoccorso;
  • l'accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA) è limitato ai soli casi indicati dalla direzione sanitaria della struttura;
  • le attività commerciali al dettaglio si svolgono a condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all'interno dei locali più del tempo necessario all'acquisto dei beni e siano rispettate le linee guida;
  • le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite nel rispetto delle linee guida regionali; consentite le attività delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro e la ristorazione con consegna a domicilio;
    le attività inerenti ai servizi alla persona sono consentite nel rispetto delle linee guida regionali;
  • le attività degli stabilimenti balneari sono esercitate nel rispetto delle linee guida;
    le attività delle strutture ricettive sono esercitate a condizione che sia assicurato il mantenimento del distanziamento sociale, garantendo comunque la distanza interpersonale di sicurezza di un metro negli spazi comuni, nel rispetto dei protocolli e delle linee guida adottati dalle regioni;
  • tutte le attività produttive industriali e commerciali sono tenute al rispetto del protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus covid-19 negli ambienti di lavoro sottoscritto il 24 aprile 2020;
  •  le attività di trasporto pubblico di linea terrestre, marittimo, ferroviario, aereo, lacuale e nelle acque interne, sono espletate, anche sulla base di quanto previsto nel "Protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del COVID- 19 nel settore del trasporto e della logistica" di settore sottoscritto il 20 marzo 2020;
  • restano sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all'aperto o al chiuso, e, sino al 14 luglio 2020, le fiere e i congressi. Le Regioni, in relazione all'andamento della situazione epidemiologica nei propri territori, possono stabilire una diversa data di ripresa delle attività, nonché un numero massimo di spettatori in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi.
 DPCM DEL 11/06/2020

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
AGGIORNAMENTO DEL 03/06/2020

Dal 03 giugno è possibile effettuare gli  spostamenti tra regioni.
Ci potranno essere controlli di vario genere (rilevazioni di temperatura corporea, compilazione di questionario relativo allo stato di salute, eventuali test rapidi) per cui siete invitati ad informarvi sulle misure applicate dalle regioni di destinazione
Ci vuole prudenza anche e soprattutto in questa fase, per tutelare questo nostro graduale ritorno alla normalità, così tanto atteso   

Ecco tutti i dettagli del Decreto per spostarsi secondo le norme di sicurezza previste:

Dal 3 giugno consentiti gli spostamenti extraregionali, così come indicato dal Decreto Legge 33/2020, senza alcuna autocertificazione. Il Decreto prevede anche che ci si possa recare all'estero ma sono numerosi gli Stati che hanno introdotto limitazioni, o subordinato a condizioni, l'accesso dei cittadini italiani.
Sarà comunque necessario continuare ad osservare diverse norme di sicurezza, in particolare:

Spostamenti in auto
In auto potranno viaggiare  più di due persone a bordo solo se convienti, altrimenti saranno consentite al massimo 2 persone, entrambe con la mascherina: il guidatore e un solo passeggero sul sedile posteriore opposto al lato guida. Tre persone, invece, se la macchina è dotata di tre file di sedili. In moto si potrà viaggiare in due soltanto se conviventi, diversamente si potrà viaggiare esclusivamente da soli.

Uso delle mascherine
Permane l’obbligo di indossarle nei negozi, dal parrucchiere e dall’estetista, in aereo e in treno, sui mezzi pubblici e negli altri luoghi pubblici, al chiuso o all’aperto, e dovunque non sia possibile mantenere la distanza fisica di almeno un metro.

Distanziamento fisico e divieto di assembramenti
Resta in vigore l'obbligo del distanziamento fisico di almeno un metro, anche tra parenti non conviventi. Vietati gli assembramenti nei locali pubblici, nelle aree verdi e negli spazi esterni di bar e ristoranti. Anche in casa, tra non conviventi, occorrerà mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro.

Quarantena e controllo temperatura
Vietato uscire di casa, ovviamente, per chi è in quarantena, ma anche per chi ha un’infezione respiratoria con febbre superiore ai 37,5 gradi. Per accedere a negozi, esercizi pubblici, palestre, piscine o altre attività commerciali, non ci si potrà rifiutare di sottoporsi alla misurazione della temperatura.
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 25/05/2020

DAL 25 MAGGIO, NUOVE APERTURE IN EMILIA-ROMAGNA

La Regione ha firmato l’ordinanza n. 87 del 23/05/2020 che adotta i protocolli di sicurezza per la ripresa delle attività già programmata per lunedì 25 maggio:

?corsistica;
?centri sociali,
?circoli culturali e ricreativi;
?attività ricettive extralberghiere;
?parchi tematici e luna park.

Sono attività che l’ordinanza dello scorso 17 maggio aveva stabilito potessero ripartire dal 25 maggio a patto che ci fosse la previa definizione dei protocolli approvati e condivisi.

I protocolli di sicurezza li trovate qui ??

??Protocollo per la FORMAZIONE PROFESSIONALE https://www.regione.emilia-romagna.it/…/linee-guida-re…/view

??Protocollo per CENTRI SOCIALI E CIRCOLI https://www.regione.emilia-romagna.it/…/protocollo-reg…/view

??Protocollo per ATTIVITÀ CORSISTICHE https://www.regione.emilia-romagna.it/…/protocollocors…/view

??Protocollo per LUNA PARK https://www.regione.emilia-romagna.it/…/protocolloparc…/view

??Protocollo per STRUTTURE EXTRA ALBERGHIERE https://www.regione.emilia-romagna.it/…/protocollorice…/view

??Protocollo per PISCINE https://www.regione.emilia-romagna.it/…/protocollo-reg…/view

??Protocollo per PALESTRE https://www.regione.emilia-romagna.it/…/protocollo-reg…/view


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 18/05/2020

Con DPCM del 17 maggio 2020 e con Decreto del Presidente della Regione Emilia Romagna n. 82 del 17/05/2020 sono state emanate nuove misure per la gestione dell'emergenza sanitaria legata alla diffusione della sindrome da Covid-19 in vigore dal 18 maggio 2020.

DPCM DEL 17 MAGGIO 2020
ALLEGATI DPCM DEL 17 MAGGIO 2020

ORDINANZA PRESIDENTE REGIONE E.R. N. 82 DEL 17/05/2020

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 05/05/2020
Il sindaco ha emesso l'ordinanza n. 35 del 05/05/2020 con la quale dispone che dal 05 maggio sono consentiti, in accordo con il confinante comune di Traversetolo, anche se appartenente a provincia diversa, gli spostamenti in forma individuale, per ragioni di necessità tra i due territori comunali o tra frazioni degli stessi.
ORDINANZA N. 35 DEL 05/05/2020

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 27/04/2020

Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 26 aprile 2020 sono state emanate nuove disposizioni per il contenimento del diffondersi del virus COVID - 19 in vigore dal 04 maggio 2020 al 17 maggio 2020
DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DEL 26/04/2020

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 11/04/2020
Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 10 aprile 2020 sono state prorogate le misure di contenimento del diffondersi del virus COVID-19 fino al 03 MAGGIO 2020

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DEL 10/04/2020
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 10/04/2020
Con ordinanza n. 25 del 10/04/2020, il sindaco di S. Polo d'Enza ha attivato, a decorrere dal 10 aprile 2020 il CENTRO OPERATIVO COMUNALE (C.O.C) al fine di assicurare nell'ambito del territorio comunale, la direzione ed il coordinamento dei servizi di soccorso e di assistenza a tutela della salute della popolazione, con sede negli uffici del comune di S. Polo d'Enza.
ORDINANZA N. 25 DEL 10/04/2020

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 06/04/2020
Con ordinanza n. 24 del 06/04/2020, il sindaco di S.Polo d'Enza ha emanato nuove disposizioni sanitarie, indicazioni emergenziali in merito all'epidemia di covid-19
ORDINANZA N. 24 DEL 06/04/2020

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
AGGIORNAMENTO DEL 02/04/2020
Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 01/04/2020 sono state prorogate le misure di contenimento del diffondersi del virus COVID-19 fino al 13 aprile 2020

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI IN DATA 01/04/2020
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
AGGIORNAMENTO DEL 23/03/2020
Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 22/03/2020 sono state adottate, sull'intero territorio nazionale, nuove misure urgenti allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 con efficacia dal 23 marzo al 03 aprile 2020.

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI IN DATA 22/03/2020

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
AGGIORNAMENTO DEL 19/03/2020
Da giovedì 19 marzo e fino al 3 aprile 2020, con ordinanza della Regione Emilia-Romagna sono state adottate misure di ulteriore restrizione finalizzate al contenimento della diffusione del Coronavirus.

In particolare:
- sono chiusi al pubblico tutti i parchi e i giardini pubblici;
- gli spostamenti a piedi e in bicicletta sono consentiti solo per motivi di lavoro, salute o stretta necessità, come tutte le altre tipologie di spostamento e quindi soggetti ad autocertificazione;
- le uscite per attività motoria (passeggiata per motivi di salute) o per portare fuori il cane devono svolgersi solo in prossimità della propria abitazione;
- gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande nelle aree di servizio e rifornimento carburante sono:
   > aperti in autostrada,;
   > aperti tutta la settimana dalle 6.00 alle 18.00 sulle strade extraurbane secondarie (tangenziali);
   > chiusi nei centri abitati.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
AGGIORNAMENTO DEL 17/03/2020
Con ordinanza n. 17 del 16 marzo 2020 il Sindaco ha disposto la chiusura dei parchi pubblici recintati e delle aree recintate, mentre nei parchi, i giardini e le aree verdi non recintate e connesse ad attrezzature, oltre al divieto di assembramento è fatto divieto di sostare, neanche per la pratica di esercizio fisico, essendo consentito solo il transito fino al 3 aprile 2020.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
AGGIORNAMENTO DEL 16/03/2020
Con ordinanza n. 20 del 17 marzo 2020 il Sindaco ha sospeso il mercato settimanale del giovedì di San Polo d'Enza fino al 3 aprile 2020.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
AGGIORNAMENTO DEL 12/03/2020
Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 11/03/2020 sono state adottate, sull'intero territorio nazionale, nuove misure urgenti allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19 con efficacia dal 12 marzo al 25 marzo 2020

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI IN DATA 11/03/2020

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
AGGIORNAMENTO DEL 10/03/2020
Nuova ordinanza del Presidente della Giunta Regionale Emilia Romagna n. 31 del 09/03/2020 in tema di misure per la gestione dell'emergenza sanitaria legata alla diffusione della sidnrome da COVID-19 dal 10 marzo al 03 aprile 2020

ORDINANZA PRESIDENTE GIUNTA REGIONALE E.R. N. 31 DEL 09/03/2020
 

Sospesi i mercati ordinari e straordinari in tutta la Provincia.

I sindaci della Provincia di Reggio Emilia, unitamente al Sindaco del capoluogo ed al Presidente della Provincia, si sono riuniti nuovamente questa mattina, 10/03/2020, in video conferenza.

Con l'intento di continuare a porre in essere ogni azione, comportamento ed atto utile alla tutela della salute dei propri concittadini e delle rispettive comunità in questo particolare momento, tra le varie misure provincialmente condivise, hanno espresso unanime volontà di sospendere momentaneamente tutte le attività mercatali ordinarie e straordinarie in tutto il territorio provinciale.

Sospeso dunque momentaneamente il mercato settimanale di San Polo del giovedì.

 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
AGGIORNAMENTO DEL 09/03/2020

Disposizioni dal 08 marzo 2020 al 03 aprile 2020

Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell' 08 marzo 2020 sono state adottate, con validità fino al 03 APRILE 2020, nuove misure urgenti di contenimento del contagio nella regione Lombardia e provincie di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell'Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso, Venezia e misure per il contrasto e contenimento sull'intero  territorio nazionale del diffondersi del virus COVID -19.

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DELL'08 MARZO 2020

Con ordinanza del presidente della regione Emilia Romagna n. 29 del 08/03/2020, ulteriori precisazioni in merito alle attività dei centri semiresidenziali per anziani e per disabili (centri diurni) e Servizi di saloni di barbieri e parrucchieri, servizi di istituti di bellezza, servizi di manicure e pedicure e attività di tatuaggio e piercing.

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA N. 29 DEL 08/03/2020

SPOSTAMENTI QUOTIDIANI
Il DPCM dell'08 marzo 2020 stabilisce anche per il territorio di Reggio Emilia e provincia precise limitazioni agli spostamenti quotidiani, allo scopo di attuare un’ulteriore e più efficace misura di contenimento alla diffusione del contagio da Coronavirus.

Si tratta di obblighi che richiamano al senso di responsabilità civile di ciascuno di noi cittadini, nella consapevolezza che la loro violazione è un reato punibile ai sensi dell’art. 650 del Codice Penale.

In particolare, fino al 3 aprile 2020 compreso, si devono evitare gli spostamenti delle persone fisiche in entrata e in uscita dal territorio provinciale, nonché all’interno di quello dei singoli Comuni, salvo che per gli spostamenti motivati da esigenze lavorative (non serve l'attestazione del datore di lavoro), situazioni di necessità o motivi di salute per i quali è possibile compilare il modulo allegato di autocertificazione
Resta consentito il rientro a casa.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 04/03/2020

Il Governo ha emanato, in data 04/03/2020, un decreto che proroga la sospensione dei servizi educativi per l'infanzia e le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado, comprese le Università, fino al 15 marzo 2020, allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19.
Deciso il fermo per un mese (fino al 3 aprile) di eventi e manifestazioni di qualsiasi natura e in luogo pubblico e privato che comportano affollamento di persone tale da non consentire il rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro.
Altre misure adottate e comportamenti da seguire sono contenuti nell'allegato decreto

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 04/03/2020

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 02/03/2020
In seguito al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 01 marzo 2020:

- è prorogata LA CHIUSURA DELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO FINO ALL' 8 MARZO 2020.

Per il comune di S. Polo d'Enza rimangono inoltre sospesi, fino al 08/03/2020:

- TUTTI I CORSI PREVISTI IN QUALSIASI SEDE DI PROPRIETA' DEL COMUNE.
- LE ATTIVITA' DELLA SCUOLA DI MUSICA COMUNALE (per maggiori informazioni contattare il 329-8280432)

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 25/02/2020
Sono stati decisi nuovi chiarimenti applicativi in merito all'ordinanza contingibile ed urgente n. 1 del Ministero della Salute, d'intesa con il presidente della Regione Emilia-Romagna, recante "Misure ugenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Codiv - 2019.
CHIARIMENTI APPLICATIVI
slides

Per il comune di S. Polo d'Enza rimangono comunque sospesi, fino al 01/03/2020:
- TUTTI I CORSI PREVISTI IN QUALSIASI SEDE DI PROPRIETA' DEL COMUNE.
- LE ATTIVITA' DELLA SCUOLA DI MUSICA COMUNALE.
- MERCATINO DELL'ANTIQUARIATO DI DOMENICA 1 MARZO 2020

E' confermato lo svolgimento del mercato settimanale del giovedì mattina

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

AGGIORNAMENTO DEL 24/02/2020

ORDINANZA MINISTRO DELLA SALUTE E DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA


 


Ultimo aggiornamento: 15/06/20